Lingua
English
Dansk
Deutsch
Español
Français
Italiano
Nederlands
Suomi
Svenska
dove vedere aurora boreale

Vedere l’aurora boreale danzare e risplendere nell’oscurità sopra un paesaggio artico innevato deve sicuramente essere in cima alla lista dei desideri della maggior parte delle persone, e combinare tutto questo con le giornate trascorse sulle piste potrebbe rendere una vacanza invernale perfetta . Con questo in mente abbiamo messo insieme la guida definitiva per pianificare una vacanza per vedere il famoso spettacolo. Ovviamente c’è un po’ di fortuna nello scorgere l’aurora boreale, ma questa guida ti aiuterà a sfruttare al meglio il tuo viaggio. 

Non dimenticare di portare una delle tue giacche da sci più calde cosí come un paio di pantaloni da sci per sconfiggere il freddo in attesa di quello che si spera sarà uno dei momenti più memorabili della tua vita. Allora dove sono i posti migliori per vedere l’aurora boreale e godersi allo stesso tempo lo sci?

northern light in the winter

Luoghi per vedere l'aurora boreale e sciare - Navigazione rapida

Le 10 località migliori

North Berwick, Scozia

North Berwick

Potrebbe sorprendervi sapere che North Berwick si trova alla stessa latitudine sia di Stavanger in Norvegia che dell’isola di Nunivak in Alaska, quindi anche se potresti non aver preso in considerazione un viaggio a Scozia per vedere le Northern Lights, potrebbe essere una buona alternativa se stai cercando di stare un più vicino a casa. North Berwick è una piacevole località balneare sulla costa orientale della Scozia, la sua posizione e il basso livello di inquinamento luminoso notturno ne fanno un luogo ideale per individuare quelli che i locali chiamano i “Mirrie Dancers”. La più grande stazione sciistica della Scozia, Glenshee, è a un paio d’ore di auto e offre 36 piste per un totale di  40 km. È in funzione dagli anni ’30, quando un trattore veniva utilizzato per trainare gli sciatori su per la collina. Oggi offre la possibilità di sciare a prezzi contenuti, bar e noleggio attrezzatura

Saariselka, Finlandia

Saariselka, Finland

Famosa come la patria di Babbo Natale, Saariselka è una località amichevole e non commerciale nel nord della Lapponia. La sua posizione remota a 250 km sopra il Circolo Polare Artico offre un luogo ideale per vedere le luci dell’aurora boreale e la natura selvaggia artica è uno sfondo perfetto. Mandrie di renne vagano per le vicine foreste di pini innevati nel più grande parco nazionale della Finlandia, mentre nel villaggio troverai hotel termali, bar, ristoranti e una piccola cappella. La vicina stazione sciistica dista 5 km ed è servita da autobus regolari. Le 15 piste non sono impegnative e si adattano meglio ai principianti o agli sciatori di livello intermedio. Chi cerca una sfida diversa potrebbe provare il telemark, le ciaspole o lo sci di fondo. 

Levi, Finlandia

Levi, Finland

Levi è la località più grande e conosciuta della Finlandia, dove troverai un ambiente elegante e ottimi servizi che si fondono perfettamente con i meravigliosi dintorni alpini. Questa località ha ospitato la prima gara di Slalom di Coppa del Mondo di sci alpino ogni anno dal 2004 e offre una buona gamma di piste. Una volta lì, puoi sciare sulle 43 piste innevate e poco affollate sotto le luci artificiali durante i bui mesi invernali prima di essere coinvolto nella vibrante scena apres di Levi che spesso offre musica dal vivo. È un resort villaggio con molte attività da godere e per un’esperienza davvero unica potresti soggiornare in un igloo termico di vetro, dandoti la possibilità di vedere le luci in tutta comodità.

Fairbanks, Alaska

Fairbanks, Alaska

Fairbanks è conosciuta come il punto perfetto in Alaska per l’osservazione dell’aurora boreale. Questa vibrante città fluviale abbraccia la cultura nativa dell’Alaska e ha una fiorente comunità artistica immersa in uno splendido scenario. Oltre a catturare le luci, le attività includono slitte trainate da cani attraverso la natura selvaggia artica, fare un tuffo nelle sorgenti calde dell’Alaska e osservare le incredibili sculture di ghiaccio all’aperto. La vicina Moose Mountain offre lo sci locale, con una buona gamma di piste esposte a sud per soddisfare tutte le abilità. Gli sciatori abituati alle località europee apprezzeranno la nuova esperienza di prendere un autobus piuttosto che uno skilift fino alla cima di ogni pista.

Akureyri, Islanda

Akureyri, Iceland

Akureyri è la seconda città più grande dell’Islanda, spesso conosciuta come la capitale del nord, vanta impressionanti montagne costiere e paesaggi di fiordi. Le lunghe notti e i bassi livelli di inquinamento luminoso rendono questo luogo ideale per intravedere l’aurora boreale. Le piste di Hlíðarfjall si trovano a 5 km di distanza, offrendo alcune delle migliori piste da sci in Islanda. Ci sono 15 km di piste attrezzate con impianti di innevamento artificiale e illuminate per consentire lo sci notturno. C’è anche l’accesso a una vasta area backcountry e heliski disponibili. Se vuoi una pausa dalle piste ci sono molti musei e gallerie per tenerti occupato o potresti anche fare un “ Beer Bath ” – un trattamento termale locale che prevede l’ammollo in una vasca di lievito di birra vivo che si dice abbia benefici proprietà per il corpo e la pelle.

Narvik, Norvegia

Narvik

Narvik, in Norvegia, è idealmente posizionata sotto l’Auroral Oval per frequenti avvistamenti dell’aurora boreale. Inoltre, non potresti essere più vicino alle piste, poiché la stazione sciistica di Narvikfjellet si trova all’interno della città e ti offre l’esperienza unica dello sci urbano. Le varie piste sono servite da un moderno ed efficiente impianto di risalita e si può praticare anche lo sci fuoripista. Lontano dalle piste è possibile fare un tour Arctic Truck, andare in slitta trainata da cani, fare escursioni sui ghiacciai sulle montagne vicine o fare un viaggio sulla linea ferroviaria Ofotbanen che ha un passato storicamente importante.

Narvik ha inoltre un forte legame con i Sami, il popolo indigeno della Norvegia le cui radici hanno origine nella pastorizia delle renne. Se ne hai la possibilità, assaggia il Bidos mentre sei a Narvik, un tradizionale stufato Sami di carne di renna.

Tromsø, Norvegia

Tromsø, Norway

Essendo la città universitaria più settentrionale del mondo, Tromsø ha un’atmosfera vivace e cosmopolita nonostante il suo sito artico. La città ha una grande scena di ristoranti con un menu di frutti di mare appena pescati e una vivace vita notturna: qui ci sono più pub pro capite di qualsiasi altra città in Norvegia. Storicamente è stato il punto di partenza per importanti spedizioni artiche e oggi fornisce un’ottima base per esplorare e andare a caccia dell’aurora boreale. La vicina area sciistica di Kroken ha molto da offrire agli scialpinisti ma gli impianti di risalita sono limitati e vi è poca segnaletica sulle piste. Gli skipass sono venduti a ore e gli impianti di risalita sono aperti fino alle 21:00. Le piste sono generalmente tranquille, quindi potresti scoprire di avere la montagna tutta per te.

Björkliden, Svezia

Björkliden

250 km a nord del Circolo Polare Artico con montagne imponenti e paesaggi magnifici, si trova Björkliden, un posto bellissimo per vivere la Lapponia svedese. Ci sono le solite attività artiche a cui prendere parte, tra cui slitte trainate da cani, ciaspolate e tour in motoslitta. Si ritiene che il vicino Parco Nazionale di Abisko, che offre panorami  su montagne e laghi ghiacciati, sia il posto migliore in Svezia per vedere l’aurora boreale. 

La località di Björkliden Fjällby ha molto da offrire agli sciatori più esperti in cerca di avventura, con heliski, sci alpinismo e un’ampia area di fuoripista. A causa delle rigide condizioni invernali qui, gli impianti di risalita non aprono fino alla fine di febbraio, quindi questa potrebbe essere una destinazione ideale per catturare l’aurora boreale e fare un po’ di sci primaverile.

Kiruna, Svezia

Kiruna, Sweden

Kiruna è la città più a nord della Svezia ed è stata abitata da nativi Sami per 6.000 anni. Oggi troverai una graziosa cittadina piena di cultura tradizionale e una chiesa che è stata votata l’edificio più bello della Svezia. L’ambiente di Kiruna, circondato da antiche foreste boreali, laghi vitrei e alte vette, offre uno sfondo perfetto per vedere l;aurora boreale.

Potresti anche soggiornare nell’IceHotel, nella vicina città di Jukkasjärvi. Il primo hotel al mondo costruito con il ghiaccio, viene ricostruito ogni anno da artisti utilizzando blocchi di ghiaccio e neve del fiume Torne e offre un’atmosfera davvero magica e un’esperienza unica e indimenticabile. La stazione sciistica locale è piccola, con solo tre impianti di risalita ma ci sono acri di backcountry da esplorare per chi ha più esperienza.

Marmot Basin, Canada

Marmot Basin, Canada

Marmot Basin nel Parco Nazionale di Jasper, in alto nelle Montagne Rocciose canadesi, offre panorami mozzafiato e fantastiche sciate in metri di soffice neve fresca. Una stazione sciistica più piccola per gli standard canadesi, ci sono 86 piste e una buona varietà di terreni disponibili, adatti a tutte le abilità. L’inverno è in realtà la bassa stagione di Jasper, quindi lo troverai più tranquilla che in estate quando i turisti affollano il Parco Nazionale. Ci sono una buona gamma di hotel e ristoranti a Jasper, che originariamente era un hub per il commercio di pellicce. L’aurora boreale è visibile meno spesso qui rispetto ad alcuni dei luoghi menzionati che si trovano più a nord, ma in una notte invernale fredda e limpida, potresti essere fortunato.

Aurora boreale - Sezione FAQ

Cosa sono le aurore boreali?

L’aurora boreale fu chiamata così dall’astronomo italiano Galileo nel 1691. “Aurora” proviene dalla dea romana dell’alba che andava da est a ovest ogni mattina annunciando la venuta del sole e “Borealis” dal Nome greco per il vento del nord. A volte denominate “luci polari” sono schermi di luce naturale che si verificano in aree ad alta quota situate sopra i poli magnetici nell’emisfero settentrionale e meridionale. 

Le luci sono il risultato di disturbi nella magnosfera causati dal vento solare e le risultanti collisioni tra particelle gassose nell’atmosfera terrestre e particelle cariche rilasciate dall’atmosfera solare. 

Cosa sono le aurore boreali

Poiché la temperatura sopra la superficie del Sole è di milioni di gradi Celsius, ciò causa collisioni frequenti ed esplosive tra le molecole di gas. Elettroni e protoni liberi vengono lanciati dall’atmosfera del Sole dalla sua rotazione e sfuggono attraverso i buchi nel campo magnetico. Vengono quindi sospinti verso la Terra dal vento solare. Queste particelle cariche sono per lo più deviate dal campo magnetico terrestre, tuttavia questo è più debole su entrambi i poli e quindi alcune particelle sono in grado di entrare nell’atmosfera e scontrarsi con particelle di gas. Queste collisioni emettono ciò che vediamo come modelli di luce colorata. Le variazioni di colore sono il risultato di diversi tipi di particelle di gas. Il verde pallido e il rosa sono i colori più comuni sebbene siano state segnalate molte altre tonalità. 

Le luci appaiono in un’area che forma un ovale di forma irregolare centrato su ciascun polo magnetico. Mentre le luci che possono essere viste nell’emisfero settentrionale sono conosciute come Aurora Boreale, quelle visibili nell’emisfero meridionale sono chiamate Aurora Australe. Gli scienziati pensano che spesso le luci visibili su ogni lato del mondo siano immagini simili a specchi, che mostrano forme e colori simili e appaiono allo stesso tempo.

Quali sono i miti e le leggende comuni sull'aurora boreale?

Non sorprende che, dato quanto inspiegabili dovessero sembrare queste luci, sin dalla preistoria le persone sono state affascinate dall’aurora boreale. Esistono molti miti e leggende provenienti da diverse popolazioni indigene situate con l’Auroral Oval e più lontano. 

La più antica citazione aurorale conosciuta in letteratura risale al 2600 a.C. in Cina e si pensa che le prime leggende cinesi che raffigurano i draghi siano il risultato degli avvistamenti delle luci. Appaiono anche nella mitologia norrena dove si pensava fossero riflessi degli scudi e delle armature della Valchiria o un arco luminoso che portava coloro che erano caduti in battaglia al loro luogo di riposo finale nel Valhalla. 

What are common myths and legends of the northern lights?

Nel Medioevo, le manifestazioni aurorali in Europa erano viste come presagi di guerra o carestia. Si dice che le luci rosse fossero visibili in Inghilterra settimane prima della Rivoluzione francese e dopo si pensava che fossero un segno dei guai in arrivo. 

I Maori della Nuova Zelanda condividevano la convinzione con molte persone del nord dell’Europa e del Nord America che le luci fossero riflessi di torce o fuochi da campo. Un’altra credenza comune tra le tribù di diverse parti del mondo era che le luci fossero gli spiriti degli animali che cacciavano o dei loro antenati.

Quando è il momento migliore per vedere l'aurora boreale?

Il periodo migliore dell’anno per vedere le luci è durante i mesi invernali, quando ci sono più ore di buio. Sebbene l’attività solare si verifichi durante il giorno, non è visibile ad occhio nudo, quindi più ore sono buie, meglio è. Tenendo presente che da gennaio a marzo sono i mesi più popolari per pianificare un viaggio. 

Ci sono molte speculazioni sul momento migliore per vedere le luci: alcuni dicono che gli equinozi di primavera e autunno (intorno al 20 marzo e al 20 settembre) portano una maggiore attività solare e quindi più giochi di luce. Il Sole attraversa anche un ciclo solare della durata di 11 anni che lo vede passare attraverso il Massimo Solare (attività solare più alta) e il Minimo Solare (attività solare più bassa). Il 2020 è un anno minimo solare, tuttavia i prossimi anni dovrebbero vedere un aumento dell’attività solare, dando maggiori possibilità di intravederle.

Quando è il momento migliore per vedere l'aurora boreale

Cosa mettere in valigia quando si vede l'aurora boreale?

Quando fai le valigie per una vacanza per andare a vedere l’aurora boreale devi ovviamente considerare quanto le temperature scenderanno. Con questo in mente avrai bisogno di termiche e molti strati sottili che intrappolano meglio il calore di un paio di strati spessi. Gli strati sottili sono anche facili da aggiungere o rimuovere al variare della temperatura. Si consigliano anche un paio di guanti sottili che possono essere indossati sotto i guanti esterni e calze termiche. Infine, investi in un berretto di lana di buona qualità e uno scaldacollo o una sciarpa per evitare la perdita di calore dalla testa e dal collo. Se stai andando in una gita organizzata di “caccia” dell’aurora boreale, l’organizzatore del tour ti fornirà spesso una tuta da neve per tenerti comodo nelle notti fredde, ma indossare un buon intimo sotto farà la differenza. 

Come fotografare l’aurora boreale?

Ottenere splendide foto delle luci potrebbe richiedere un po ‘più di attrezzatura rispetto alla semplice fotocamera del telefono. Una fotocamera DSLR, un treppiede e un obiettivo grandangolare ti daranno le migliori possibilità di catturare quei famosi display luminosi. E non dimenticare un paio di batterie di ricambio, poiché il freddo le scarica rapidamente. Una volta in situ, utilizzare un treppiede e un obiettivo veloce, impostare la fotocamera su un valore ISO elevato per garantire che la velocità dell’otturatore sia il più veloce possibile e regolare l’obiettivo sulla a messa a fuoco infinita. 

Se hai intenzione di utilizzare la fotocamera del tuo telefono, usa la “Modalità notturna” e pensa di investire in un treppiede, poiché è essenziale che la fotocamera non si muova mentre l’otturatore è aperto. 

How to photograph the northern lights?

Suggerimenti per l'avvistamento dell'aurora boreale!

La gente del posto in ogni destinazione avrà i propri suggerimenti basati su anni di vita sotto l’aurora boreale, quindi una volta arrivato a destinazione, chatta con receptionist dell’hotel, tassisti e baristi e potresti scoprire che ti hanno rivelato il loro posto segreto preferiti per catturare le luci. Esistono anche diverse app di tracciamento aurorale che puoi scaricare che utilizzano fattori come i raggi solari, la velocità del vento e la densità per aiutare a prevedere la probabilità di vedere le luci ogni notte.

Per Concludere

Questo è tutto, per il momento, abbastanza per innescare quella voglia di meraviglia, quel desiderio di esplorare e vedere la natura nella sua forma più stimolante e creativa. Dal Nord Europa al Nord America, ti garantiamo che l’aurora boreale ti affascinerà. 

Wrapping up

Letture correlate: