campeggio libero in europa

Campeggio Libero in Europa: La Guida Definitiva

Che ne dici di lasciarti alle spalle il mondo civile per un po’ di tempo e dormire sotto le stelle?

Questo è il campeggio libero. Aria fresca, una sensazione di totale libertà e tranquillità.

Ma purtroppo, non puoi semplicemente uscire con una tenda e campeggiare ovunque tu voglia. Anche se sei lontano, immerso nella natura, ci sono regole da seguire in molte parti d’Europa.

Con questo articolo, vogliamo far luce sui paesi più adatti al campeggio libero in Europa. Spiegare come farlo in quei paesi con più restrizioni e quali paesi dovresti semplicemente evitare per il campeggio libero in Europa. 

Campeggio libero in Europa - Navigazione veloce

Le migliori destinazioni per il campeggio libero in Europa

Le destinazioni europee che abbiamo scelto, non sono solo fantastiche per il campeggio libero, ma sono anche sede di alcune delle migliori località per il trekking in Europa. Ci siamo assicurati che ci fossero molte cose da fare per un’avventura estiva memorabile.

Ma non perdiamo tempo e andiamo subito al lavoro! Ecco la nostra lista delle migliori destinazioni in Europa per il campeggio libero. 

Paesi nordici

Il campeggio libero nei paesi nordici è più o meno un’esperienza senza problemi che puoi trovare, infatti, non solo è completamente legale ma anche incoraggiato. Detto questo, ci sono comunque delle regole da seguire.

Svezia

In Svezia, è consentito campeggiare in qualsiasi parte della natura, anche su terreni di proprietà privata. Questo grazie al famoso Allemansrätten. Una legge che esiste per dare a tutti l’accesso alla natura.

Assicurati di rispettare la natura, le piante e la fauna selvatica. Ad esempio, puoi raccogliere fiori di campo, ma non rimuovere la corteccia dagli alberi per accendere il fuoco. 

Secondo Allemansrätten, come accennato,  è permesso di accamparsi su un terreno privato, ma non è permesso accamparsi vicino a nessun edificio. E non nei giardini o nelle zone che circondano gli edifici.

 

Inoltre, assicurati di leggere i divieti di fuoco. In generale, è permesso, ma alcuni luoghi potrebbero vietarlo per proteggere la fauna selvatica o la natura. Durante alcuni periodi dei mesi estivi, a volte è vietato accendere il fuoco, se c’è un grande rischio di incendi boschivi.

Allemansrätten consente di rimanere qualche notte nello stesso posto prima di proseguire. Se sei in profondità nella foresta, puoi rimanere più a lungo senza preoccupazioni se lo desideri, ma in generale, resta solo una o poche notti prima di andare avanti. 

Allemansrätten si applica solo a gruppi più piccoli. Se fai parte di un gruppo numeroso con più tende, devi chiedere il permesso.

Alcuni parchi nazionali e riserve naturali hanno regole specifiche sul campeggio. Leggi le regole specifiche per la tua zona se stai pensando al campeggio libero in uno dei due.

Norvegia

Il Wild Camping in Norvegia non è così diverso dalla Svezia. Anche qui hanno allemannsretten (scritto diversamente in Svezia e Norvegia), e le regole sono abbastanza simili, ma con qualche differenza. L’ufficio turistico della Norvegia ha reso una guida facile da seguire su come praticare legalmente il campeggio libero in Norvegia e si trova in fondo a questa sezione.

In breve, devi essere attento e riflessivo e non danneggiare la natura o altri ambienti.

È necessario mantenere una distanza di 150 metri dalla casa abitata più vicina. Se si desidera rimanere per più di due notti, è necessario chiedere l’autorizzazione al proprietario terriero. Questo non si applica se sei in montagna o in qualsiasi altra area remota.

Tra il 15 aprile e il 15 settembre, sono vietati i fuochi nei pressi o nelle foreste. Ad eccezione dei siti di falò approvati o in aree in cui il rischio di incendio è altamente improbabile, come ad esempio al mare e lontano dagli alberi.

Proprio come in Svezia, durante la siccità estrema, i fuochi incendi sono banditi. Questo vale per grill, fornelli e bruciatori a gas.

Finlandia

Anche la Finlandia è molto simile alla Svezia e alla Norvegia con Allemansrätten. Si riscontrano alcune differenze locali, ma come dicono i nordici: “con un po’ di buon senso, farai molta strada”.

E questa è praticamente la mentalità quando si tratta di essere a contatto con la natura. Cose come non lasciare la spazzatura, rispettare le proprietà e le case altrui e non danneggiare la natura o la fauna selvatica.

Il campeggio libero è permesso per un periodo di tempo limitato nello stesso punto, purché sia ​​lontano dall’edificio più vicino.

Non ti è permesso accendere un fuoco senza chiedere il permesso se non in una zona non adibita, ma è permesso cucinare cibo su un fornello da campeggio o una griglia.

Ci sono alcune aree protette e aree militari a cui non si applica l’Almansmans.

Estonia

Il campeggio libero in Estonia è quasi facile come nei paesi nordici e l’Estonia ha anche il diritto di “vagare”, consentendoti di campeggiare e fare escursioni liberamente nella natura.

Non  è permesso accamparsi su suoli privati, quindi evita le terre private segnate e stai lontano dai luoghi abitati e non avrai problemi. La campagna dell’Estonia non è in alcun modo dominata da terreni agricoli o altre terre private, il che rende facile stare lontano dalle proprietà private. 

Ma la terra è di proprietà del governo, è permesso accamparsi per un periodo limitato nello stesso posto, ad eccezione dei parchi nazionali e delle aree militari.

Il governo estone ha alcune semplici regole da seguire per il campeggio libero o semplicemente per la natura. 

  • Non lasciare traccia durante il campeggio. 
  • Non disturbare la pace. 
  • Pulisci e porta la spazzatura con te. 
  • Lavati, i tuoi piatti e tutto ciò che deve essere lavato su terra asciutta lontano da fonti d’acqua. 
  • Usa percorsi escursionistici e non creare percorsi personalizzati.

Scozia

Per quanto riguarda il campeggio libero in Scozia, non ci sono problemi in quanto il governo fornisce informazioni chiare e utili. Inoltre, la Scozia offre paesaggi e panorami magici.

Tuttavia, ci sono alcune aree in Scozia dove non sei libero di accamparti. 

Vai su Outdoor Access Scotland per conoscere la situazione attuale. East Loch Lomond, per esempio, ha alcuni statuti che puoi leggere qui.

 

Detto questo, il campeggio libero è consentito nella maggior parte della Scozia e praticamente devi solo seguire la politica di non lasciare alcuna traccia.

Alcune altre linee guida sono di continuare a muoversi e trovare un altro posto se quello che avevi in ​​mente è affollato. Questo impedisce il sovraffollamento.

Se possibile, usa un fornello anziché cuocere il cibo sul fuoco. E non accendere mai un fuoco durante i periodi di siccità in aree a rischio.

Francia

Il campeggio libero in Francia è legale, ma è più complicato rispetto ai paesi di cui sopra e si applicano regole diverse per scenari diversi.

È meglio verificare con l’ufficio turistico locale per essere sicuri di quali regole si applicano alla zona in cui ci si trova.

Ma in breve: non installare una tenda sul mare, assicurarsi di essere a più di 200 metri dall’acqua che viene utilizzata per il consumo e stare lontano da eventuali monumenti o siti storici.

Inoltre, i terreni privati sono vietati, cosí come campeggiare lungo la strada. Se stai lontano da quanto sopra e al mattino prepari le tue cose e riparti, nella maggior parte dei casi non avrai problemi.

La Francia ha molto da offrire quando si tratta di campeggi liberi. Basta leggere un po’ ed informarsi prima di partire.

Spagna

La situazione wild camping in Spagna può essere un po’ complicata, le regole sono locali e non nazionali. La polizia o la “guardia civile” in Spagna non esita a farti una multa se ti sei accampato nella zona sbagliata.

La legge nazionale stabilisce che il campeggio libero è consentito se si seguono alcune regole. Non è consentito campeggiare a meno di 100 metri dal mare. I parchi nazionali e naturali sono vietati.

Le proprietà private sono vietate, inclusi monumenti storici.

Le zone militari e le aree urbane sono illegali.

Ai sensi dell’articolo 46.1, le seguenti zone applicano le norme nazionali per il campeggio libero. 

Paesi Baschi, Catalogna, Madrid, Castilla y León e Castilla la Mancha. 

(El articolo 46 del decreto del 28 luglio)

Non sono consentiti gruppi superiori a 10 persone e tre tende. Le tende posizionate a meno di 500 metri sono considerate appartenenti allo stesso gruppo.

Tutte le altre zone in Spagna hanno alcune regole locali che vietano in qualche modo il campeggio libero.

Polonia

Il campeggio libero  in Polonia non è legale, ma ampiamente accettato.

Non dovresti accamparti sulla spiaggia o in nessun parco nazionale, le destinazioni escursionistiche popolari come il Parco Nazionale Tatra sono particolarmente severe in questo senso e i ranger del parco effettuano controlli scrupolosi. In quasi tutti i parchi nazionali, è molto probabile che tu finisca con una multa.

Abbastanza strano, in realtà non ti è permesso legalmente accamparti in una foresta. Ma da quello che abbiamo letto, questo vale praticamente solo se hai intenzione di accendere un fuoco, altrimenti, non ci dovrebbero essere problemi. Anche l’ufficio forestale ufficiale della Polonia ha una mappa con foreste e siti adatti per il campeggio.

La legalità del wild camping in Europa

I paesi sopra indicati sono i paesi in Europa che possiamo raccomandare in tutto o in parte per il campeggio libero. Come puoi leggere, in alcuni paesi non è solo legale, ma è incoraggiato, altri hanno più restrizioni ma è sempre legale.

Nel resto d’Europa, è più o meno illegale; alcuni paesi applicano le regole più di altri.

Ovviamente è anche possibile essere fortunati e non essere multati. Personalmente l’ho fatto parecchio e ho finito con una sola multa in totale, di soli 60 euro per dormire in macchina in Slovenia.

Se sei ancora interessato al campeggio libero nel resto d’Europa, ecco un elenco di leggi per paese.

Campeggio libero in Europa
(leggi per paese)

Albania

Il wild camping in Albania è consentito e ampiamente accettato. Dovresti semplicemente evitare i parchi nazionali e le riserve naturali. Non montare la tenda vicino a edifici statali o su proprietà private.

Austria

Non è consentito, ma un bivacco programmato per una notte è permesso se ti trovi in ​​una foresta non protetta.

Quindi tecnicamente, se hai un sacco da bivacco e non una tenda, fuori dalle aree proibite, puoi pernottare legalmente in Austria. Nessun parco o riserva nazionale sono consentiti.

Belgio

Il campeggio libero in Belgio é assolutamente proibito. È illegale e per di più in Belgio non esiste tanta natura.

Ci sono alcuni campeggi dove è consentito montare una tenda.

Bosnia ed Erzegovina

Il campeggio libero in Bosnia ed Erzegovina è legale e non ci sono regole rigide a riguardo, sii solo attento alle mine antiuomo. Se vedi segnali di avvertimento per le mine antiuomo, ovviamente non piazzare una tenda in quella zona.

Bulgaria

In Bulgaria wild camping non è ufficialmente consentito, ma ampiamente tollerato e praticato. Soprattutto se rimani nello stesso posto per un tempo limitato. Se rimani per mesi, potresti avere un problema.

Anche se è una cosa comune per il popolo bulgaro accamparsi selvaggiamente per un lungo periodo nello stesso posto, quando l’ho fatto intorno alla costa del Mar Nero in Bulgaria e ho incontrato molte persone che hanno piantato le tende nelle caverne intorno alla costa e sono rimaste per tutta l’estate. La maggior parte di loro erano giovani che venivano lì per l’arrampicata sulle pareti rocciose sopra il mare.

Croazia

In Croazia il campeggio libero non è consentito. Nelle aree turistiche, nei parchi nazionali e vicino alle spiagge le regole sono applicate abbastanza rigorosamente.

Tuttavia, lontano dai luoghi sopra menzionati, non è così rigorosamente applicato, ma rischieresti comunque di prendere una multa.

Le volte che ho fatto campeggio libero in Croazia, ho saltato la tenda e ho messo la mia amaca tra gli alberi o ho dormito sul terreno nel sacco a pelo.

E ho avuto delle ottime esperienze dormendo fuori in Croazia.

Repubblica Ceca

Il campeggio libero qui è molto simile alle regole in Austria. Le tende non sono ammesse ma il bivacco è consentito per una notte.

Non è neppure permesso montare una tenda su un terreno privato con il permesso dei proprietari.

Anche se in questi casi, la polizia potrebbe guardare dall’altra parte se hai ottenuto chiaramente il permesso dei proprietari.

Non ci sono regole contro il pernottamento in auto per ripristinare la capacità di guida. Quindi ti è permesso dormire in macchina. Anche se questo non è esattamente wild camping.

Cipro

Il campeggio libero a Cipro è legale ad eccezione di alcune aree protette.

Basta essere consapevoli dei fuochi e leggere le norme vigenti, accendere un fuoco nei mesi più caldi può causare molti danni.

Danimarca

A differenza di qualsiasi altro paese del nord Europa, il campeggio libero non è legale in Danimarca. È consentito accamparsi solo in campeggi designati.

Le probabilità di farti beccare non sono molto alte se sei piazzato fuori da uno qualsiasi dei campeggi designati. Ad eccezione delle spiagge che sono severamente vietate.

Inghilterra

Il campeggio libero in Inghilterra e Galles non è consentito, ad eccezione di Dartmoor. 

Germania

Le regole in Germania sono abbastanza simili all’Austria, beh, quasi tutta l’Europa centrale ha regole simili. E’ permesso fare un bivacco di una notte. 

Tuttavia, in Germania hanno iniziato a riconoscere che non tutti vogliono campeggiare in un campeggio “all inclusive” e ora ci sono in realtà alcune aree designate in cui ti è permesso accampare. diciamo,”liberamente”.

Queste zone vanno da gratis a circa 10 euro, puoi trovare grandi aree trekking dove il campeggio libero è permesso.

Eifel

Eifel è una bellissima area per trekking in Germania, dove per una tassa di 10 euro è permesso accamparsi durante la notte. Tuttavia, non sei completamente libero di accamparti ovunque qui. Ci sono siti designati all’interno dell’area, dotati di una piattaforma di legno, un tavolo e una toilette composita.

Schleswig-Holstein

Questa zona della Germania ha molti siti diversi tra cui scegliere.

Da quello che potremmo ricercare, ci sono luoghi specifici all’interno delle diverse aree di trekking in cui è consentito piantare la tenda.

Quindi, di nuovo, questo non è un campeggio libero. Ma non è nemmeno un campeggio con altre persone in giro.

Pfalz Forest

Puoi piazzare la tenda con una tassa di 10 euro in uno dei luoghi designati all’interno dell’area trekking.

Foresta Nera

Nella foresta nera sono possibili molte attività outdoor. Qui ti è permesso fare un’escursione e piantare una tenda. Ma ci sono posti designati per questo nella foresta e non puoi scegliere liberamente.

Per riassumere, questo è ben lungi dall’essere un campeggio libero, ma se vuoi allontanarti dalla folla o dai comfort dei normali campeggi, in Germania ci sono diverse opzioni.

Tuttavia sono opzioni regolamentate. Quindi non consigliamo di fare una gita all’insegna del campeggio libero in Germania. Ma se sei già in Germania e vuoi provarlo, queste potrebbero essere una buona opzione legale.

Il campeggio libero in Grecia non è consentito dalla legge. Ma tollerato in alcune aree. 

Tuttavia, nel ricercare informazioni, sembra che le persone siano d’accordo sul fatto che il campeggio libero sia abbastanza tollerato sia dai residenti che dai funzionari, purché tu rimanga lontano dalle aree turistiche, dalle strade e dalle spiagge popolari.

Grecia

In Ungheria il wild camping è piú limitato, essendo vietato in qualsiasi parco nazionale.

Ma a parte questo, tecnicamente ti è permesso di montare una tenda in aree naturali non protette per un massimo di 24 ore. Si noti inoltre che i divieti di accendere il fuoco sono una cosa comune in Ungheria.

Ungheria

In Ungheria il wild camping è piú limitato, essendo vietato in qualsiasi parco nazionale.

Ma a parte questo, tecnicamente ti è permesso di montare una tenda in aree naturali non protette per un massimo di 24 ore. Si noti inoltre che i divieti di accendere il fuoco sono una cosa comune in Ungheria.

Islanda

Il campeggio libero in Islanda potrebbe non essere illegale, ma é non raccomandato. Non è permesso accamparsi su alcun suolo privato o destinato ad uno scopo specifico, e in Islanda, la maggior parte delle terre è privata.

Ci sono molte regole aggiuntive che rendono difficile il campeggio libero, ma se vuoi davvero diventare un esperto nel definire quali aree sono zone di eccezione o ottenere autorizzazioni scritte dai proprietari, puoi farlo.

Ho provato personalmente il campeggio libero in Islanda. Viaggiando in e tenda. Abbiamo dormito cinque notti fuori dalle aree designate del campeggio. E due notti siamo stati svegliati dai proprietari terrieri o dalla polizia. Quindi le probabilità non sono delle migliori. Non sono state inflitte multe, abbiamo dovuto solo spostarsi, che non è proprio quello che vuoi fare nel cuore della notte.

Irlanda

Il campeggio libero in Irlanda non è consentito. Tuttavia, potresti essere in grado di trovare alcune aree in luoghi remoti dove è tollerato.

Italia

Il campeggio libero in Italia non è molto chiaro. Le regole e le leggi sono a livello locale e non nazionale. Quindi differisce tra le diverse regioni.

In generale, da quello che ho scoperto durante le ricerche, è improbabile che tu abbia problemi con una sola notte nella natura. Soggiornare più notti nello stesso posto potrebbe crearti qualche problema. Le regole sono di solito rigorosamente applicate in quelle aree.

Kosovo

In Kosovo il wild camping non è ufficialmente vietato e neppure ufficialmente legale. Quale più o meno lo rende legale, giusto?

Non ci sono praticamente restrizioni sul campeggio libero in Kosovo e ci sono molti bei posti dove potersi accampare.

Lettonia

Wild Camping in Lettonia è in realtà più o meno legale, se scegli il posto giusto. In alcune aree non è legale, ma è un’attività ampiamente accettata in Lettonia.

Stai lontano da parchi nazionali, proprietà privata e dune di sabbia con vegetazione. Se sei inoltre rispettoso della natura e dei tuoi dintorni, non fai rumori forti o ascolti musica ad alto volume, ecc., non avrai problemi e sei libero di goderti la natura in tutta la sua bellezza.

Basta tenere d’occhio i cartelli che vietano il campeggio libero, in quanto vi sono alcune norme locali che possono essere applicate in diverse regioni della Lettonia.

Lituania

Campeggio libero in Lituania ha regole molto simili alla Lettonia. È legale in molti luoghi con alcune restrizioni. Possono essere applicate anche le regole locali, quindi tieni d’occhio i segnali che indicano che é proibito.

Lussemburgo

In Lussemburgo il campeggio libero è vietato e la legge è severamente applicata. Non è consigliabile nemmeno provarci.

Malta

Il campeggio selvaggio a Malta non è legale né ampiamente tollerato, però alcuni amici che lo hanno fatto senza problemi. Apparentemente puoi anche chiedere l’autorizzazione a un consiglio locale.

Macedonia

Il campeggio libero in Macedonia non è permesso, ma tollerato nella maggior parte delle aree e praticato anche dalla gente del posto. Basta essere consapevoli di dove piazzare la tenda e non ci saranno problemi.

Montenegro

Non è consentito fare campeggio libero in Montenegro, ma tollerato in molte aree. Basta stare lontano dai parchi nazionali e dalle spiagge. Buona regola è stare lontano dalle aree turistiche in generale.

Paesi Bassi

Il campeggio libero nei Paesi Bassi non è legale e non c’è molta natura selvaggia in cui potresti farlo. Ci sono alcuni campeggi in cui è legalmente autorizzato a montare una tenda.

Portogallo

Anche in Portogallo è illegale. Potresti cavartela durante la bassa stagione se rimani un po’ sotto il radar e stai lontano dalle spiagge.

Slovacchia

Puoi fare campeggio libero in Slovacchia, ma devi stare lontano dai parchi nazionali o da qualsiasi area protetta. Dovresti anche evitare i fuochi.

Slovenia

Il campeggio libero in Slovenia non è permesso. Tuttavia, se finissi per farlo comunque, e sicuramente meglio al di fuori di qualsiasi parco nazionale o area protetta. Probabilmente non avrai problemi, ma non è permesso.

Personalmente ho campeggiato in alcune delle bellissime montagne che la Slovenia ha da offrire. E non ho mai avuto problemi.

Svizzera

Il campeggio libero non è consentito nelle valli, nelle aree abitate e nelle foreste. Ma potresti trovare eccezioni locali anche per questo. Se vuoi fare campeggio libero in Svizzera e stare lontano dalle zone abitate, sii discreto e rispettoso. Le probabilità che si verifichino problemi sono piuttosto scarse, anche se qualche autorità ti individuasse.

Potrebbe esserti chiesto di andartene, ma è altamente improbabile che ti facciano una multa se sei stato attento quando hai scelto il posto e non hai fatto casino.

Turchia

Il campeggio libero in Turchia è completamente legale e non ci sono praticamente restrizioni. L’ufficio turistico della Turchia offre molte informazioni a riguardo.

Una raccomandazione personale è quella di essere consapevoli di dove si piazza la tenda. Avevo bisogno di montare una tenda in Turchia una volta durante un viaggio, non abbiamo avuto troppo tempo per scegliere la posizione e siamo finiti vicino a un’area urbana e dove ci siamo svegliati la mattina dopo da un uomo che voleva soldi da noi, sostenendo di essere l’amministratore di quel suolo.

Europa Orientale

La maggior parte dei paesi dell’Europa orientale non ha alcuna legge o regolamento per quanto riguarda il campeggio libero.

Armenia, Georgia, Ucraina, Bielorussia e Moldavia sono paesi che in realtà non hanno leggi contro il campeggio libero. Quindi sei libero di accamparti praticamente ovunque tu voglia. Ad eccezione di alcuni parchi nazionali in Ucraina.

Alcuni di questi paesi non hanno molta natura da offrire, ma potrei davvero raccomandare la Georgia. Ho trascorso alcuni giorni guidando attraverso la Georgia, dormendo in montagna sotto i cieli notturni più folli che abbia mai visto.

Basta essere consapevoli in tutti i paesi sopra quando si fanno i fuochi. Potrebbero esserci regole locali o stagionali contro gli incendi.

Romania

Il campeggio libero in Romania non è permesso, ma è totalmente tollerato. L’ho fatto personalmente. C’è molta natura meravigliosa da esplorare e anche se il campeggio libero non è tecnicamente permesso, le regole non vengono applicate.

Russia

Il campeggio libero in Russia è legale con le seguenti eccezioni: terreni della chiesa, terreni privati ​​e riserve vicine.

Ma a parte questo, sei libero di campeggiare e persino di accendere un falò. Basta dare una seconda occhiata al fuoco, durante alcuni mesi estivi di siccità, il fuoco potrebbe essere proibito. Assicurati di non rimanere più di una notte nello stesso posto.

L’effettivo processo di visto e registrazione è in realtà più complicato delle regole del campeggio libero. Se ti rechi in Russia come turista, devi registrare dove alloggi. E se venissi controllato dalle autorità mentre sei in campeggio e fossi lontano dalla provincia o dalla città in cui ti sei registrato, potresti avere dei problemi. Ma l’intero processo varia a seconda del paese di provenienza, quindi se hai bisogno di una guida per i visti per la Russia, vai al sito web per i visti del tuo governo. 

Ho guidato personalmente attraverso alcune parti della Russia dormendo in macchina. Ci siamo registrati nella città più vicina alla nostra destinazione finale,in modo da poter almeno dire che saremmo andati in quella città in caso di un  controllo.

Differenze tra campeggio libero e campeggio normale

Il campeggio libero o wild camping è piuttosto semplice, significa campeggiare al di fuori di un’area per camping designata. Fuori nella natura selvaggia.

Durante il wild camping, di solito fai escursioni a piedi addentrandoti in aree piú remote ogni giorno, semplicemente piantando la tenda per la notte prima di fare nuove escursioni nella natura il giorno successivo.

Mentre per il campeggio regolare, di solito lasci la tenda al campeggio per alcuni giorni.

Cosa portare?

Se ti sei convinto all’idea di un’avventura all’insegna del campeggio libero e vuoi esplorare la natura incontaminata, ecco le cose che dovresti portare.

Tenda / Tenda bivacca

Questo è il tuo rifugio e la tua casa nella natura, assicurati di imparare come installarla e prendere dimestichezza prima di uscire nella natura.

Sacco a pelo

Questo è ciò che ti tiene caldo durante la notte, assicurati di scegliere un sacco a pelo adatto al clima e alla temperatura del tuo ambiente. 

Materassino 

Il materassino rende il sonno più confortevole e caldo aggiungendo uno strato tra te e il suolo.

Fornello e cibo

Assicurati di portare qualcosa che ti permetta di cucinare cibo e anche cibo da cucinare. Essere in grado di gustare un pasto caldo con una vista maestosa è difficile da battere.

Torcia

Una torcia è sempre una buona idea e renderà la tua vita dopo il tramonto molto più semplice.

Sacchetti per seppellire / rimuovere i rifiuti della toilette.

Dovresti portare dei sacchetti in modo da poter gettare i rifiuti del gabinetto in un cestino quando disponibile o una cazzuola in modo da poterlo seppellire. 

Sicurezza antincendio

Assicurati di consultare le normative antincendio locali e attuali per l’area in cui sei in campeggio. E se sei libero di accendere un fuoco, assicurati di imparare come farlo in sicurezza. Non vuoi essere la causa di un incendio boschivo.

Letture simili

Che ne dici di qualche lettura correlata? Ecco due articoli che potrebbero suscitare il tuo interesse. Oppure dai un’occhiata alla sezione travel, buona lettura!

Share this post

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email