Posizione e Regolazione degli Attacchi da Snowboard

Posizione e Regolazione degli Attacchi da Snowboard

Nuova settimana, nuovo consiglio tecnico: YEEEW! Oggi è tutto su: come impostare lo snowboard! L’impostazione dello snowboard include il montaggio e la regolazione degli attacchi e l’impostazione dall’angolazione giusta per il tuo stile di riding. Una volta montati i tuoi attacchi sullo snowboard, potresti non cambiarli mai più, quindi è meglio avere una buona lettura prima del tuo primo tentativo. Iniziamo!

Se sei un principiante, devi prima di tutto sapere quale piede è il tuo piede anteriore e quale piede è il tuo piede posteriore. Esistono diversi modi per scoprire qual è il tuo piede anteriore. Alcuni includono spingere le persone o usare il piede che useresti per il salto in lungo. Saremo audaci oggi e ti mostreremo un modo diverso che funziona nel 99% dei casi. Rimanete sintonizzati!

Goofy o Regular

montec snowboard

Ma iniziamo con alcuni termini snowboard interessanti. Nel caso in cui tu sappia già se sei goofy o regular, puoi semplicemente saltare questa sezione e continuare a leggere la parte successiva. Se invece non ne hai idea, potresti voler dare una lettura approfondita. 

Per mantenerlo breve e coinciso.

Goofy = piede destro in avanti e Regular = piede sinistro in avanti.

Puoi chiederti ora: perché dovresti nominare la posizione su uno snowboard come un personaggio della Disney (Goofy = Pippo)? Una leggenda urbana narra che Goofy (Pippo) ha effettivamente svolto un ruolo significativo nel dare il nome a questo fenomeno dello snowboard e del surf. In un film Disney molto vecchio, Pippo fece un piccolo viaggio sul surf dove surfava con il piede destro in avanti. Quindi una possibile spiegazione è che i surfisti hanno semplicemente copiato il termine da quel film della Disney. L’altro è che la maggior parte delle persone (in passato) surfava in regular. Pertanto, tutti coloro che surfavano in senso contrario erano “goofy” (“sciocchi”) o quantomeno un po’ strani.

goofy vs. regular

Comunque. Mettiamo da parte i retroscena divertenti e torniamo agli aspetti tecnici. Se sei Goofy, l’attacco destro dovrebbe essere montato sul nose e l’attacco sinistro dovrebbe essere montato sulla tail dello snowboard. Per un rider regular invece è esattamente il contrario. L’immagine ti aiuterà a trovare il modo giusto per farlo.

Come puoi scoprire se sei goofy o regular? Nell’insegnare il surf, abbiamo utilizzato questo gioco immaginario davvero divertente che ha funzionato anche se eravamo in spiaggia. Se è inverno, puoi anche uscire e provare. Immagina: sei in settimana bianca e c’è un lago ghiacciato di fronte a te. Vuoi scivolarci sopra con i tuoi nuovi stivali invernali – quale piede è quello che metti davanti mentre scivoli sul lago? Il piede che porteresti in avanti quando scivoli sul lago dovrebbe essere anche il tuo piede anteriore durante lo snowboard (99%!).

Snowboard Stance

dope snowboard jacket

Il prossimo punto della lista è la posizione degli attacchi sullo snowboard. Ci sono un sacco di buchi per mettere le viti sul tuo snowboard che solleva la domanda dove dovresti posizionare quelle viti per fissare i tuoi attacchi? Quindi c’è anche la questione dell’angolo degli attacchi. Come sapere con quale angolo iniziare o quale angolo usare per i rails rotaie o quando voglio fare una piccola deviazione nel backcountry? Molte domande ma non preoccuparti! Siamo qui per darti tutte le risposte di cui hai bisogno per affrontare la tua prossima avventura sulla neve.

Stance Setback

Cominciamo con lo stance setback. Lo stance setback descrive la distanza degli attacchi dal nose e dal tail e quali fori per viti si utilizzano per fissare gli attacchi. Quando acquisti un nuovo snowboard potresti aver visto la posizione di riferimento accanto al secondo e al quarto foro per la vite (contando dal tail o dal naso). Questa posizione è quella normale, che i produttori di snowboard suggeriscono per la maggior parte dei rider. La posizione di riferimento di solito funziona alla grande per i principianti e tutti coloro che vogliono usare la propria tavola in terreni diversi. 

Se vuoi andare nel backcountry, potresti voler cambiare lo stance della tua tavola per rendere la giornata un po’ più piacevole. Il motivo è abbastanza semplice: quando si fa snowboard nella neve fresca, si desidera sempre galleggiare il più possibile. Riposizionando gli attacchi di un foro per vite, il peso si sposterà automaticamente sul piede posteriore e il nose dello snowboard galleggerà sulla neve fresca. Ciò significa meno lavoro necessario da parte tua e maggiore resistenza nelle lunghe giornate in powder. Ottimo, no?

Stance Maggiore vs. Stance Minore

Un’altra cosa con cui giocare quando provi il tuo stance perfetto è la larghezza del tuo stance. La larghezza dello stance viene misurata dal centro dell’attacco posteriore al centro dell’attacco anteriore. La larghezza della posizione di riferimento dipende dalla lunghezza dello snowboard e dal tipo di snowboard,  di solito puoi trovare queste informazioni sulla tavola (vicino agli attacchi). 

Uno stance più ampio rende il rider più stabile sulla propria tavola durante le discese o lo snowpark. I trick su rails e kicker più grandi  funzionano meglio con uno stance più ampio grazie alla maggiore stabilità. Per cambiare i tuoi attacchi in uno stance più ampio, dovresti spostare ciascuno di essi da un foro dal nose e dal tail dello snowboard. 

Ci sono pochissime persone che preferiscono fare snowboard con uno stance minore rispetto allo loro posizione preferita. Può essere visto principalmente per rider da competizione per alcuni snowboarder di street rail, che sfruttano la virata più veloce che permette uno stance minore. 

Regolare i gradi degli attacchi

snowboard bindings

Ultimo ma non meno importante, arriviamo a una delle domande più importanti durante l’impostazione dello snowboard: qual è l’angolo migliore per i miei attacchi da snowboard? La risposta (come con così tante cose nello snowboard) dipende molto dal tuo stile di riding. Lo stance neutro è il migliore per i principianti, poiché andrai avanti la maggior parte del tempo e ti concentrerai sul girare la tua tavola. Il forward stance è ottimo per le corse e il carving poiché vorrai andare veloce e avere più pressione sul piede anteriore. E, ultimo ma non meno importante, il Duck Stance, ottimo per i riders all-mountain e gli appassionati dello snowpark. Con il duck stance puoi anche facilmente andare indietro (in switch) e ruotare sarà molto più facile grazie all’equa distribuzione del peso sulla tua tavola. 

snowboard stances

Cambiare l’angolazione dei tuoi attacchi è abbastanza facile. Quasi tutti i minidischi degli attacchi dello snowboard (è lì che si posizionano le viti) hanno una scala di gradi che varia da circa -20 ° a + 20 ° che ti dirà esattamente in quale posizione si trovano i tuoi attacchi. Inizia ponendo entrambi gli attacchi in posizione neutra (0 °). Da lì puoi iniziare a spostare i tuoi attacchi attorno al mini disco fino a trovare i gradi giusti per il tuo stance. Ora assicurati di ricordare quali fori per le viti hai scelto come punto di riferimento e che è esattamente dove vuoi posizionare il tuo mini disco e le otto viti fornite con i tuoi nuovi attacchi! Un ultimo passo: fissa le viti in modo che non vi siano oscillazioni e sei a posto! Che lavoro fantastico che hai fatto!

How to become a snowboard instructor

E questo è tutto per il consiglio tecnico di questa settimana. Ora sei pronto ad affrontare le piste, lo snowpark o la neve fresca con il miglior set up possibile! Siamo super felici per te! Ora che il tuo snowboard è pronto, rimane solo una cosa di cui parlare. Come puoi prenderti cura della tua nuova attrezzatura e assicurarti che duri il più a lungo possibile? Questo è ciò che affronteremo la prossima settimana nel nostro ultimo consiglio tecnico di questa serie. Fino ad allora, stay stocked <3 

Cerchi gli ultimi stili di abbigliamento da snowboard? Dai un’occhiata a queste …

Giacche da snowboard uomo | Giacche da snowboard donna

Pantaloni da snowboard uomo | Pantaloni da snowboard donna

Share this post

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email